sabato 1 maggio 2010

VERSO BISANZIO, William Butler Yeats

I
Quello non è un paese per vecchi. I giovani
L'uno nelle braccia dell'altro, gli uccelli sugli alberi
-Quelle generazioni mortali- intenti al loro canto,
Le cascate ricche di salmoni, i mari gremiti di sgombri,
Pesce, carne, o volatile, per tutta l'estate non fanno che
esaltare
Tutto ciò che è generato, che nasce, e che muore.
Presi da quella musica sensuale tutti trascurano
I monumenti dell'intelletto che non invecchia.


Nessun commento: